La Cooperativa Madonna del Rosario usa i cookies per garantirti un miglior servizio. Se vuoi saperne di più consulta il trattamento dei dati personali e la normativa sui cookies Ok Leggi di più
Ok
semola-di-grano-duro-senatore-cappelli-cooperativa-madonna-del-rosario
  • semola-di-grano-duro-senatore-cappelli-cooperativa-madonna-del-rosario

Semola 1 di grano duro Senatore Cappelli

2,60 €

Questa farina è ottenuta dall'antico grano varietà Senatore Cappelli.

Ottima per la preparazione di pasta fatta in casa. Le sue proprietà sono state paragonate a quelle del Khorasan, sia per digeribilità che per valori nustrizionali.

Senza conservanti - Contiene glutine

Confezione da 1Kg

  • In magazzino

  • Acquista nella massima sicurezza sui maggiori circuiti di pagamento o PayPal Acquista nella massima sicurezza sui maggiori circuiti di pagamento o PayPal
  • Consegna espressa in tutta Italia ed Europa Consegna espressa in tutta Italia ed Europa
  • Possibilità di Reso Possibilità di Reso

Il grano è prodotto dalla Cooperativa Agricola Madonna del Rosario con tecniche tradizionali,senza far ricorso a trattamenti chimici.

Il grano duro della varietà senatore Capelli può essere considerato il padre delle numerose varietà di grano duro oggi coltivate. Questa varietà è stata selezionata nel 1915 da

Nazareno Strampelli e chiamata Cappelli in onore del senatore Raffaele Cappelli, promotore, nei primi del novecento della riforma agraria che portò alla distinzione fra grani duri e teneri. Fu coltivata fino agli anni ’80 per essere soppiantata poi da altre varietà molto più produttive. Recentemente questa varietà di grano duro è stata rivalutata per le sue peculiarità nutrizionali. Studi recenti hanno infatti assimilato la semola del grano duro sen. Cappelli, particolarmente digeribile e adatta a chi manifesta intolleranza e allergie ai cereali, alla semola del Khorasan (kamut). Sembra infatti fondata l’ipotesi che la modifica genetica delle varietà di grani moderni sia correlata ad una modificazione della loro proteina e, in particolare, di una sua frazione la gliadina, che è una proteina basica dalla quale, per digestione peptica-triptica, si ottiene una sostanza chiamata frazione III di Frazer, responsabile dell’enteropatia infiammatoria quindi del malassorbimento (intolleranza al glutine e allergie).